Il gazzettino del nordest online dating

Rated 3.84/5 based on 941 customer reviews

Riguardo al rapporto con il lettore è interessante notare come il traffico del Gazzettino sia generato da accessi diretti e non frutto di operazioni di ricerca.

La gente ha l’abitudine di ricercare le notizie sul sito del giornale, vuole sapere quello che è accaduto in zona e sa che il Gazzettino offre questo servizio.

E’ vero, tre persone non sono un grande numero, ma con una adeguata impostazione del lavoro, e a prezzo di grandi sforzi e impegno, il Gazzettino è riuscito a dare vita a un sito che raccoglie un sempre più ampio apprezzamento del pubblico.

Ovvio che se vi fossero più persone si potrebbero avere più contenuti originali, ma va da sé che le dimensioni della struttura devono essere coerenti con obiettivi di redditività.

Per quanto riguarda l’organizzazione dei contenuti l’obiettivo è trovare un equilibrio tra informazione prodotta su carta e informazione prodotta su web in modo tale che l’una non cannibalizzi l’altra.

Gli articoli delle redazioni locali non sono moltissimi, sette, otto, non di più.

L’editore ha tutto l’interesse a consolidare l’iniziativa e se il prodotto funzionerà e darà risultati economici adeguati l’azienda potrà essere persuasa a investire di più.

(ndr nei primi nove mesi del 2009 il fatturato pubblicitario internet del Gruppo, comprensivo dei prodotti web de Il Gazzettino, Il Messaggero, Il Mattino, Il Corriere Adriatico ed Il Nuovo Quotidiano di Puglia è stato di 1,5 milioni di euro contro i 112 milioni raccolti sulla carta)Quali sono gli obiettivi?

Se sulla carta una notizia può essere sviluppata anche su più pagine, per noi è fondamentale fornire una grande quantità di elementi informativi in 10, 20, 50 righe. La politica può diventare interessante quando affronta questioni locali di rilievo.

La versione online, Gazzettino.it, ha un numero di visitatori mese pari a un milione e duecentomila lettori, con una media giornaliera di circa 45 mila.

L’attuale sito è stato inaugurato nel dicembre 2008 ed è oggi sotto la responsabilità di Carlo Felice Dalla Pasqua, in precedenza a capo della redazione di Treviso.

Quali sono le differenze rispetto alla tempistica della carta stampata e che rapporto esiste con le redazioni locali?

Mentre per i colleghi che lavorano nelle redazioni tradizionali è possibile arrivare alle undici, per noi è indispensabile anticipare i tempi per non perdere uno dei picchi di visita che sul web si registra abitualmente nelle prime ore del mattino.

Leave a Reply